full screen background image

JUNIORES: PARTITA SOSPESA MA TARTARI STA BENE

Dura solo 4 minuti effettivi la gara tra Helvia Recina e Montemilone valida per la quinta giornata di ritorno del campionato juniores: dopo un contrasto aereo infatti Carlo Tartari, difensore arancionero, cadeva violentemente a terra battendo la testa. Attimi di paura hanno per un momento dominato la scena facendo calare il gelo al Della Vittoria. Fortunatamente tutto si è poi risolto per il meglio. Il giovane giocatore infatti ha ripreso presto conoscenza tranquillizzando il numeroso pubblico accorso ieri allo stadio dei Pini per una partita importante per la classifica e da sempre sfida di grande fascino.
Dopo l'arrivo dell'ambulanza i mister delle rispettive squadre hanno concordato con l'arbitro la sospensione immediata della gara.
Abbiamo avvicinato mister Tartuferi dopo il triplice fischio.
" non nascondo di aver trascorso attimi di paura. Ma grazie al tempestivo intervento del 118 e all' aiuto dei tanti accorsi al campo tutto si è risolto per il meglio.
Abbiamo deciso in accordo col mister ospite di chiedere all'arbitro di sospendere immediatamente la gara visto lo shock di ragazzi e presenti.
In certe situazioni il calcio giocato passa in secondo piano. Spero di riavere presto Carlo in campo. Per noi è un elemento molto importante, sotto tutti i punti di vista."
Carlo è stato dimesso oggi dall'ospedale ed è tornato a casa.

Pari senza reti con la San Marco Servigliano Lorese

Finisce con un pareggio senza reti il big match della quinta di ritorno tra Helvia Recina e San Marco Servigliano Lorese, un pareggio che muove la classifica di entrambe e lascia tutto invariato per quanto riguarda la squadra di mister Carassai. Dopo la sconfitta di Montefano e la vittoria in casa della Pinturetta in settmana, che ha ipotecato la finale di Coppa Italia, era importante non perdere contro l'ostica formazione fermana per ritrovare fiducia e rimanere in scia della zona play off. Recuperati in panchina Mandorlini e Mastrojanni, tocca ancora a Marcoaldi completare il trio offensivo con Perrella e Maccioni sugli esterni.
La gara si dimostra subito equilibrata, giocata sotto una pioggia battente, ed è l'Helvia a sfiorare il gol al quinto minuto con un colpo di testa di Capparuccia messo in angolo da Carnevali e sul corner successivo con Marcoaldi che, sempre di testa, non inquadra il bersaglio grosso da pochi passi.
L'Helvia gioca in maniera più attendista a copertura della sua metà campo e lascia maggiormente l'iniziativa agli ospiti, cercando di sfruttare le ripartenze. Il risultato è che entrambe si annullano sul campo con il possesso palla a favore del San Marco ma con occasioni da gol limitate. L'Helvia ci prova su punizione con Montanari e Badiali senza esito, per gli ospiti solo un sinistro centrale dal limite di Frascerra bloccato a terra da Recchi e qualche cross dalle fasce controllato dalla difesa. A ridosso del quarantesimo la seconda occasione buona per l'Helvia con Badiali che da buona posizione piazza il piatto destro ma trova la respinta da terra di Finucci. Il primo tempo è tutto qui e la ripresa si svolge sulla stessa falsa riga. Ospiti più manovrieri con il pallone tra i piedi ma poco incisivi in avanti ed Helvia che non sfrutta a dovere un paio di possibili ripartenze in campo aperto. Solo nel recupero la San Marco si rende insisiosa con una mischia in area sulla quale la difesa dell'Helvia è cotretta a respingere un paio di conclusioni ripetute di Cerbone e Iommi.
Finisce senza reti una partita molto tattica e accorta da parte dell'Helvia che non ha concesso nulla ai quotati avversari e sfiorato con più convinzione il gol del vantaggio, un pareggio che lascia gli arancioneri in linea di galleggiamento sulla zona play off, distante ancora cinque punti. Sabato prossimo trasferta sul campo del fanalino di coda Jrvs Ascoli, partita da non sbagliare per tentare di riavvicinare la zona nobile della classifica.
"Oggi siamo stati bravia a non concedere niente ad una squadra forte come la San Marco – il commento di mister Ermanno Carassai – e, anzi, le occasioni migliori le abbiamo avute noi. Dopo la sconfitta di Montefano e la bella vittoria sulla Pintuiretta era importante non perdere per ritrovare convinzione e fiducia e credo che questo sia un buon punto. Soprattutto mi premeva non subire gol, un aspetto che ci ha penalizzato tanto nelle ultime uscite. Continuiamo ad avere qualche difficoltà in avanti con alcuni giocatori a mezzo servizio e sabato prossimo dovremo affrontare la Jrvs con lo stesso atteggiamento di oggi, sottovalutare la partita sarebbe fatale e dobbiamo andare a vincere per rilanciarci in classifica".

HELVIA RECINA: Recchi, Piccioni, Montanari, Hoxha, Capparuccia, Pagliarini, Perrella (45' Massini), Campana (84' Domizioli), Marcoaldi (79' Di Crescenzo), Badiali, Maccioni (68' Mandorlini). All. Carassai
SAN MARCO SERVIGLIANO LORESE: Carnevali, Bruni (65' Jallow), Iommi, Fortunati, Finucci (83' Fermani), Aloisi (65' Guing), Mancini (81' Pettinari), Quadrini, Cerbone, Iacoponi, Frascerra. All. Amadio
AMMONITI: Piccioni, Massini (HR), Quadrini, Cerbone (SAN MARCO)
AERBITRO: Samira Curia (SBT) – Baldisserri (AN) – Sara Silenzi (SBT)

RITORNO ALLA VITTORIA DELLA JUNIORES

L'Helvia Recina ritrova la vittoria dopo quasi un mese di digiuno sbancando il domicilio del Trodica con un netto 0-3.
Partita mai in discussione per i ragazzi di Tartuferi che ritrovano gol e bel gioco. Tutte nel primo tempo le firme dell'incontro: è un'autorete ad aprire la strada del successo agli arancioneri prima del raddoppio di Stura e del terzo gol di Gijnaj.
Queste le parole del mister a fine partita: " più che essere contento della vittoria di oggi, lo sono per essere tornati ad allenarci tre volte in settimana dopo un mese e mezzo di un allenamento e mezzo. La preparazione della settimana è la base e il fatto di aver racimolato solo un punto nelle scorse tre gare non era assolutamente una cosa casuale.
Oggi siamo stati bravi nel palleggiare e nell'affondare quando ci veniva concesso. In certi frangenti abbiamo guardato troppo l'estetica e non va bene. Ma dopo un mese di difficoltà è pur sempre un buon primo passo per tornare quelli del girone di andata."

Trodica vs Helvia Recina 0-3

Helvia Recina: Carletti, Menghini, Gentilucci, Tavoloni, Monti, Tartari, Danchivskyi, Marozzi, Stura, Gijnaj, Andreucci.
A Disposizione: Farroni, Fratini, Tumino, Milanesi, Canullo, Monceri, Ciabocco.

Ipotecata la finale di Coppa Italia grazie al 3-1 sul campo della Pinturetta

Dopo il 5-0 in campionato di due settimane fa, è ancora la Pinturetta a sbarrare la strada dell'Helvia verso la finale di Coppa Italia di Promozione. A Porto Sant'Elpidio finisce 3-1 in rimonta grazie ai gol di Montanari su rigore, Capparuccia e Maccioni che rimontano l'iniziale vantaggio locale di Rakipi. Succede di tutto in questa partita che i fermani finiscono in nove e l'Helvia in dieci per il rosso diretto a Marcoaldi. 
All'11' vantaggio dei locali con Rakipi che corregge in rete da due passi un tiro cross sbilenco di Dragjoshi spiazzando Recchi. La reazione dell'Helvia si concretizza al 21' con Di Crescenzo che scatta sul filo del fuorigioco e viene stesa da Vallesi: dal dischetto Montanari non sbaglia nonostante l'opposizione di Iacoponi. Il portiere locale è decisivo alla mezzora nel salvare su Di Crescenzo ma sul corner successivo si lascia sfuggire il pallone in presa e Capparuccia mette dentro il tap in per il sorpasso. Nella ripresa l'Helvia controlla il gioco e al 12' va ad un passo dal tris ancora con Capparuccia il cui colpo di testa viene salvato sulla linea da un difensore. Vengono espulsi anche Benigni e Marcoaldi ma l'unica vera azione di rilievo è al 37' con il gol del 3-1 di Maccioni che ribatte in rete una respinta di Iacoponi su colpo di testa di Badiali. Finisce 3-1 con qualche recriminiazione arbitarle dei locali ma con un risultato pieno che proietta l'Helvia verso la finale, potendo gestire un ottimo margine nella gara di ritorno del 7 marzo a Macerata. Nell'altra semifinale successo per 2-0 della Passatempese sul Valfoglia.

Questa la formazione scesa in campo: Recchi (1' st Carletti), Ascenzi (13' st Campana) Capparuccia, Pagliarini, Montanari, Domizioli, Hoxha, Badiali, Perrella (44' st Massini), Di Crescenzo (15' st Marcoaldi), Maccioni

Altra rimonta subita a Montefano, play offe sempre più lontani

L'Helvia Recina fallisce l'ennesimo esame di maturità di questa stagione sul campo del Montefano e vede allontanarsi sempre di più la possibilità di raggiungere i play off. Contro la squadra dell'ex tecnico Roberto Lattanzi, è l'ennesima rimonta subita a lasciare l'amaro in bocca ai ragazzi di mister Carassai con ilo 3-2 finale che premia i locali più cinici ed esperti nel gestire i momenti chiave del match. Orfano anche di Ramadori, stagione chiusa in anticipo per lui per problemi di lavoro, il tecnico arancio nero schiera l'Helvia con un 4-2-3-1 con Perrella, Badiali e Maccioni alle spalle di Marcoaldi e la mossa sembra dare i suoi frutti. L'Helvia gioca bene, in velocità con continui inserimenti sulle fasce e scambi di prima e il Montefano fatica a trovare le contro misure, concedendo al minuto undici il calcio di rigore, fallo di Rocchi in uscita su Maccioni, che Montanari trasforma per il meritato vantaggio.
Al 16' Perrella sfiora il raddoppio con un destro deviato ma un minuto dopo il giovane Piccioni paga l'inesperienza e stende Aquino in area per il rigore del pareggio trasformato dall'argentino.
Il gol muta gli equilibri con un Montefano più deciso e un'Helvia che per alcuni minuti accusa il colpo tornando a farsi vedere in avanti a ridosso della mezzora quando un'altra ingenuità collettiva della difesa lascia libero Bonacci a centro area di mettere dentro il gol del sorpasso.
Campana sfiora il pari con un destro dal limite deviato di poco sopra la traversa e al 39' l'ennesimo pasticcio difensivo chiude in pratica la contesa: Pagliaini non rinvia il pallone e Bonacci mette al centro trovando una sfortunata carambola su Capparuccia che sigla un'incredibile autogol che sa di beffa. L'Helvia vacilla e nel finale rischia il tracollo con Recchi che salva su un destro di Mengoni.
Nella ripresa il Montefano controlla la partita con ordine chiudendo tutti i varchi all'Helvia Recina e sfiora in almeno tre occasioni il punto del quattro a uno con Bonacci, Latini e Palmucci sul quale è ancora Recchi a salvare con un grande intervento. Dall'altra parte le occasioni più ghiotte per l'Helvia sono un destro al volo di Marcoaldi dal limite alto di poco e una punizione di Campana dalla distanza messa in angolo da Rocchi, troppo poco per riaprire la partita che sul piano prettamente statistico si chiude al 95' con un altro calcio di rigore di Montanari per fallo su Maccioni.
Helvia Recina punita oltre i propri demeriti che paga ancora una volta a caro prezzo le sviste difensive e dazio alla fortuna ma che evidenzia quei difetti congeniti, poca scaltrezza e malizia su tutti nell'affrontare partite maschie e battagliere, che stanno facendo la differenza in negativo pur al pari di un livello tecnico superiore al resto delle contendenti. Domenica prossima altro gara casalinga molto ostica con il San Marco Servigliano Lorese, ennesimo esame da affrontare per un rincorsa sempre più a ostacoli.
"Credo che vadano fatti i complimenti ad entrambe le squadre - il commento a fine gara di mister Carassai - per la partita espressa. Anche noi abbiamo giocato secondo me una buona gara dove purtroppo paghiamo oltre i nostri demeriti alcune disattenzioni difensive. Ci manca quel pizzico di malizia per affrontare certe partite e il fatto di non aver vinto neanche uno scontro diretto ne è la prova tangibile. Mercoledì abbiamo la partita di Coppa Marche e poi ci prepareremo al meglio per domenica, resto fiducioso per un finale di stagione che può ancora regalarci delle soddisfazioni".

MONTEFANO: Rocchi, Cesari, Mengoni, Camilloni, Pigini, Moschetta, Aquino (81' Sampaolesi), Palmucci, Latini (91' Lorenzetti), Rossini (50' Silvestroni), Bonacci. All: Lattanzi
HELVIA RECINA: Recchi, Piccioni (66' Ascenzi), Montanari, Hoxha, Capparuccia, Pagliarini, Perrella (68' Massini), Campana (81' Domizioli), Marcoaldi (65' Di Crescenzo), Badiali, Maccioni. All: Carassai
RETI: 11' rig, 95' rig Montanari (HR) - 17' rig Aquin, 30' Bonacci, 39' Capparuccia ag (MONT)
AMMONITI: Perrella, Hoxha (HR), Palmucci, Latini, Rocchi, Sampaolesi (MONT)
ARBITRO Lanzetta (PS) - Marinelli (AN) - Pagliari (FM)

twitter share

NEWS SETTORE GIOVANILE

  • Gli Esordienti trionfano al 19° Memorial Panunti

    esordienti panuntiGrande soddisfazione in casa Helvia Recina - Junior Macerata per la vittoria della formazione Esordienti 2006 guidata da Matteo Cappelletti al "19° Memorial Sandro Panunti", organizzato dalla UsTolentino. Il torneo, riservato alla categoria Esordienti nati nel 2006, ha visto la partecipazione di 16 squadre con la prima fase suddivisa nei quattro gironi classici all'italiana e la seconda fase ad eliminazione diretta. La nostra formazione ha chiuso il suo girone al secondo posto dietro alla United Civitanova per poi non sbagliare un colpo nella fase ad eliminazione diretta. Nei quarti eliminata la San Franscesco Cingoli per 1-0 con gol di Pieluigi nella gara ripetuta dopo che la prima era stata sospesa per nebbia, sempre con la Junior avanti per 1-0 nel punteggio. Nella semifinale. giocata allo "Sticchi" di Tolentino, altro 1-0 contro la Settempeda con gol di Raffaeli e successo per 2-1 in rimonta nella finalissima, stavolta ai danni dell'Academy Civitanova con i gol di Staffolani e ancora Pierluigi. 

    Per la Junior si tratta del terzo successo nella manifestazione dopo quelli del 2011 e del 2104 con la vecchia denominazione di Vis Macerata. Un successo che conferma l'ottimo lavoro svolto dal team del presidente Temperi e del responsabile del settore giovanile Giammario Cappelletti. 

32° Torneo Nando Cleti

photosi milo web

© 2018 Helvia Recina Calcio | ACD Helvia Recina 1975 - Borgo Peranzoni, 84 Villa Potenza - 62100 Macerata (MC) - Matricola FIGC n. 937747
Back to Top